MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

PHOTOGRAPHY

OUTDOOR FURNITURE

2024.06.13

Outdoor Furniture è il nuovo libro pubblicato da Art Paper Editions dedicato alla pratica fotografica di Pippa Garner, che da cinquant’anni mette in discussione i limiti dei codici e dei linguaggi ritenuti socialmente accettabili.

EXHIBITION

FIVE WAYS TO SEE

2024.06.10

Attraverso linee chiare e colori solidi, La nuova serie di dipinti di Emily Ludwig Shaffer offre una riflessione su come le donne occupino spazi concreti e simbolici.

ART

Anne Imhof On non-infinity

2024.06.07

Wish You Were Gay, la nuova mostra dedicata al lavoro di Anne Imhof presso la Kunsthaus Bregenz, esplora il senso di non-infinito, realtà e artificio, caso e destino, nonché assenza e presenza.

COLLECTION

INTO THE WILD

2024.06.06

Il savoir-faire di Loro Piana traspare con evidenza nella nuova collezione Into the Wild. Tessuti tecnici accostati a sete e cashmere pregiati sono sapientemente lavorati per essere in grado di resistere agli elementi.

CINEMA

KINDS OF KINDNESS

2024.06.05

Il nuovo film di Yorgos Lanthimos è un trittico di favole che segue la vita di un uomo che cerca di prendere il controllo della propria vita, un poliziotto allarmato dal ritorno di una persona scomparsa e una donna destinata a trasformarsi in una prodigiosa guida spirituale.

NEWS

WISH THIS WAS REAL

2024.05.31

Le prime influenze di Tyler Mitchell e l’immersione nella skate culture si riflettono in immagini che perseguono il sogno della spensieratezza e del senso di comunità in mezzo ai disordini della società.

GUCCI

IL RESTO DI NIENTE

2024.05.31

Museo Madre e Gucci presentano, da giovedì 30 maggio a lunedì 29 luglio 2024, la mostra collettiva Il resto di niente, dedicata alla relazione tra i contesti architettonici e le esperienze identitarie ed emotive che li abitano.

PHOTOGRAPHY

Mutability

2024.06.03

Attraverso più di cento immagini scattate tra il 1969 e il 2021,Vehicular & Vernacular è la prima retrospettiva a Parigi del lavoro di Stephen Shore dopo diciannove anni.

EXHIBITION

Sisters, Saints, Sibyls

2024.05.30

Gagosian annuncia Sisters, Saints, Sibyls di Nan Goldin, la seconda presentazione di Gagosian Open, una serie di progetti off-site che consente al pubblico di sperimentare opere d’arte e installazioni immersive in contesti insoliti.

CULTURE

GENDER (DE)CONSTRUCTION

2024.05.30

La mostra Cindy Sherman at Cycladic: Early Works presso il Museo di Arte Cicladica di Atene riunisce più di 100 opere sotto lo stesso tetto di una delle collezioni private più complete al mondo, creando un legame tra le statuette femminili in marmo del III millennio a.C. e i lavori fotografici di Cindy Sherman.

CARSTEN HÖLLER

Ever Höller, Höller Ever

Carsten Höller ha dato spazio alla creatività facendosi ritrarre a Stoccolma, all’interno degli spazi del suo provocatorio ristorante Brutalisten, e raccontando il suo enorme approccio all’arte della sperimentazione e la sua pratica fantastica evolutasi nel corso dell’esperienza.

Carsten Höller ha dato spazio alla creatività facendosi ritrarre a Stoccolma, all’interno degli spazi del suo provocatorio ristorante Brutalisten, e raccontando il suo enorme approccio all’arte della sperimentazione e la sua pratica fantastica evolutasi nel corso dell’esperienza.

Photography JOHN SCARISBRICK

Interview HANS ULRICH OBRIST

IN CONVERSATION WITH

DIANE KRUGER

2024.02.19

In occasione di MUSE 63, Diane Kruger interpreta la collezione SS24 di Saint Laurent. La sua verve incarna perfettamente la forte visione cinematografica del brand, fondendosi armoniosamente con l’essenza dell’eleganza parigina.

BARBARA KRUGER

A Visual Statement

2024.02.19

Barbara Kruger ha sviluppato un linguaggio visivo iconico che spesso attinge dalle tecniche e dall’estetica della pubblicità e di altri media. Sin dagli anni ’70, le sue opere d’arte hanno continuamente esplorato complessi intrecci di potere, genere, classe, consumismo e capitale.  La sua prima mostra personale istituzionale a Londra è in mostra alla Serpentine; per l’occasione MUSE ne esplora i complessi meccanismi artistici.

FROM THE MAGAZINE

KUDZANAI-VIOLET HWAMI

2024.02.19

La pratica artistica di Kudzanai-Violet Hwami si configura come un’indagine intima sull’identità, sulla memoria e sul sottile intreccio tra passato e presente. Le sue opere esprimono un’intrigante ambiguità, in una costante ricerca sui confini delle rappresentazioni visive e delle influenze culturali nell’espressione dell’identità; si sviluppano attraverso una complessa rete di esperienze personali, influenze culturali, viaggi e adattamenti.

MUSE TALK

KYLE STAVER

2024.02.19

Kyle Staver racconta a Bill Powers di come intraprende la sua pratica artistica, intrisa di significati profondi presi in prestito dal mondo fantastico della mitologia. Perseveranza e umorismo caratterizzano in maniera dettagliata il suo lavoro.

TRAVEL

EVERYTHING IS DARK, SOFT, WARM, WHITE

2024.02.21

L’anima della Val Senales si svela attraverso le parole di Paul Grüner, custode di una tradizione racchiusa nell’accoglienza della sua famiglia da generazioni. Tra i segreti di Certosa e l’osservatorio-macchina di Ólafur Elíasson, i larici intorno al maso su Infanglhof si mischiano all’odore del latte e del fieno.

RUNWAY

Visionary Volumes

2024.05.24

La nuova Cruise 25 di Louis Vuitton combina look neutri e abiti sartoriali con accessori audaci come cappelli gaucho e occhiali a specchio. Tra le mura di Park Güell, le ispirazioni spagnole permeano la sfilata grazie ai tocchi teatrali che amplificano le silhouette.

COLLECTION

Sogno di una notte di mezza estate

2024.06.10

La nuova collezione Chanel Coco Beach 2024 scattata da Cass Bird è un’ode alla leggerezza della stagione estiva.

SIMONA KUST

THE PLACE

2024.02.19

Lee Mary Manning fotografa la storia di una giovane newyorker immersa nella vita moderna, tra scene quotidiane e incontri nel mondo della moda, dell’arte e del design.

CHANEL

Ethereal

2024.02.19

La Musa Alix Bouthors attraverso lo sguardo di Iñigo Awewave interpreta la Collezione CHANEL SS24, un’ode alla libertà e al movimento.

FASHION

Letter to the Future

2024.05.16

Elementi come la decostruzione e l’androginia sono testimoni dell’influenza straordinaria di Yohji Yamamoto nella moda contemporanea. La nuova mostra negli spazi di 10 Corso Como presenta un percorso di corrispondenze tra le riflessioni del designer e una selezione di capi d’archivio.