MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

CHRYSALIS

2022.10.06

Text by Lucrezia Sgualdino

Chrysalis è l’essenza di Tyler Mitchell, un’esplorazione profonda della Black culture nell’America del Sud. Una resilienza radiante e piena di energia umana. 

Gagosian presenta al pubblico Chrysalis, la prima personale del fotografo americano, e anche la sua prima a Londra. La fotografia di Mitchell propone una visione utopistica della bellezza della black culture che racchiude in sé grandi desideri e un forte senso di appartenenza. Nella la serie di fotografie esposte decide di immortalare giovani ragazzi dalla carnagione scura immersi nella natura, raccontando delle immagini di armonia e semplicità ma anche di fantasia e immaginazione. L’elemento surreale ritorna nella lente del fotografo che riempie con un velo di magia spiritualità, trasformazione e aspirazione di un’intera cultura. Le donne e gli uomini scattati per il progetto sembrano idealmente divertiti e rilassati, sicuri e sereni, liberi da qualsiasi aspettativa sociale e morale. 

“Collettivamente, questi momenti diventano uno stato psichico immaginativo dell’essere, in cui esistono la radiosità, la resistenza, il contenimento, il comfort e la piena agenzia umana.”

– Tyler Mitchell

L’immagine Chrysalis, che condivide il titolo con la stessa exhibition, vede un uomo al centro, che dorme su un letto avvolto di coperte e protetto da una zanzariera che rimanda alle forme di un baldacchino. Glint of possibility rappresenta invece una figura semi sdraiata in uno pneumatico, che si dondola sul pelo dell’acqua di un lago, in un equilibrio raffigurativo e pratico perfetto. In Treading c’è la testa di un giovane che emerge dallo stesso lago, cercando di rendersi simile ad un mazzo di palloncini che fluttua al centro dell’immagine. Ogni figura scelta e ritratta sembra avere una connessione diretta con l’ambiente che la circonda, che sia terra, acqua o cielo, sembra aver trovato il proprio posto nell’universo infinito di possibilità che ci attorniano. Come quella rappresentazione dell’ambiente rurale come un recipiente artificiale che ritroviamo in Cage. In contrapposizione a questi primi elementi chiari e quieti ci sono invece una serie di fotografie, più piccole anche in dimensioni, in cui fango e acqua torbida prendono il controllo. In The Heart la figura è completamente coperta di fanghiglia, in Tenderly si vedono invece sporche impronte su tavole di legno. Il nuovo linguaggio si unisce in un crocevia di visione concettuale e logica. 

Per maggiori informazioni gagosian.com.

CAGE, 2022.
Tyler Mitchell, Gagosian Davies Street, Sept 2022

EXHIBITION

MINERAL FUSION

2024.05.24

La mostra Superstones rappresenta un’audace esplorazione di Giovanni Raspini nel mondo della gioielleria contemporanea. Ogni creazione, dalle collane agli anelli, celebra la bellezza intrinseca e l’unicità dei minerali, esaltando il valore scientifico ed emozionale delle pietre.

PARTHENOPE

2024.05.23

Parthenope, in concorso al Festival di Cannes, racconta il sacro e l’intimo delle prime esperienze e dei primi amori – uno puro e luminoso, l’altro sordido e indicibile – nell’ultimo capolavoro di Paolo Sorrentino.

MIU MIU

MIU MIU TAKES CANNES

2024.05.22

In occasione della 77esima edizione del Festival di Cannes, il 21 maggio Miu Miu ha ospitato un pranzo e un’esperienza Summer Club insieme a Cara Delevingne presso l’Ecrin Plage, un’oasi nascosta nata a Cannes nel 2003.

NEWS

OPERE PRIME

2024.05.21

Negli spazi di Armani/Silos, Giorgio Armani promuove una selezione mirata dei titoli d’esordio di cinque giovani registi italiani capaci di offrire uno spaccato intenso ed espressivo della cinematografia contemporanea.

PHOTOGRAPHY

FRAGILE BEAUTY

2024.05.20

Il Victoria&Albert Museum di Londra presenta più di 300 stampe rare appartenenti a 140 fotografi di fama mondiale. Una grande esposizione fotografica che narra la storia del XX e XXI secolo grazie alla collezione privata di Sir Elton John e David Furnish.