MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

Portraits of relations

2023.10.31

Alla Marian Goodman Gallery di New York l’artista Rineke Dijkstra interpreta il ritratto fotografico contemporaneo dando vita a soggetti nitidi, crudi e distaccati. Il suo approccio neo realista alla ritrattistica la porta a indagare un campo che va al di là dell’estetica sentimentale e romantica.

Rineke Dijkstra è una fotografa olandese di fama internazionale che, in occasione della mostra alla Marian Goodman Gallery di New York, presenta il lavoro Night Watching (2019) e anche una selezione di opere inedite dopo un periodo di rivisitazione del suo archivio. Dijkstra è una delle più originali interpreti della fotografia di ritratto e le sue immagini di grande formato, realizzate con un banco ottico a lastre 4×5, si distinguono per l’eccezionale qualità dal punto di vista tecnico e formale. Il suo è un approccio che s’inserisce in quel filone dell’estetica germanica in voga negli anni Ottanta e Novanta – di evidente neutralità, di fredda estraneità dello sguardo – che porta la fotografia della Dijkstra ad essere senza fronzoli estetici ed emotivi, ma al contrario, una vera e propria indagine sul reale. Sia il video che le nuove fotografie della famosa serie Beach Portrait mostrano i diversi modi in cui le persone si connettono tra loro davanti alla macchina fotografica, all’arte e allo spettatore. Night Watching è un’installazione video a tre canali commissionata e presentata per la prima volta al Rijksmuseum di Amsterdam nel 2019. Presenta 14 gruppi di persone che osservano e parlano davanti all’iconico dipinto di Rembrandt The Night Watch (1642), dove le conversazioni da descrizioni visive e congetture random, si alternano a circostanze più riflessive, come il gruppo di studentesse olandesi che discutono se Rembrand abbia dato all’unico volto femminile del dipinto l’aspetto di sua moglie Saskia. Le scene del video sono messe in sequenza per esplorare i diversi modi in cui uno spettatore può relazionarsi a un dipinto e al suo soggetto. I primi gruppi fanno ipotesi su ciò che stanno vedendo, mentre gli ultimi esaminano il lavoro in un contesto storico-artistico.

Rineke Dijkstra
, Brighton, UK, August 19, 1992, 2023
Archival inkjet print
Image: 16 1/2 x 13 in. (42 x 33 cm). Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery. Copyright: Rineke Dijkstra.

“Cerco di catturare la personalità di queste persone, ma allo stesso tempo di estrapolare qualcosa di universale che riguarda l’umanità in generale.”

– Rineke Dijkstra

Rineke Dijkstra, 
Night Watching, 2019
3-channel HD video installation, with sound; 35 min. looped. Installation at Marian Goodman Gallery, London, 2020. Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery. Photo credit: Lewis Ronald. Copyright: Rineke Dijkstra.
Rineke Dijkstra, 
Night Watching, 2019
3-channel HD video installation, with sound; 35 min. looped. Installation at Marian Goodman Gallery, London, 2020. Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery. Photo credit: Lewis Ronald. Copyright: Rineke Dijkstra.

La riflessione più ampia dell’artista è quella di rilevare l’importanza della narrazione nella creazione di significato, cultura e storia. Gli stessi temi esplorati in modo analogo si ritrovano nella video installazione di Dijkstra del 2009, I See a Woman Crying, che presenta scolaresche britanniche che guardano e discutono il dipinto di Picasso The Weeping Woman (1937) alla Tate Liverpool. L’operazione della fotografa costante e pungente è l’occasione per impegnarci a riflettere sulla natura del dialogo e delle conversazioni in un rapporto discorsivo con l’arte e la storia, e di considerare le opere in un contesto sempre più ampio da quelle nel quale sono presentate. L’altra parte della mostra riguarda Pictures from the Archive, cioè un’ulteriore selezione dei Beach Portrait, i famosi ritratti selezionati nell’arco di un decennio e realizzati in località di tutto il mondo. Mentre in quelli che la Dijkstra ha esposto all’inizio della carriera erano spesso incentrati sui giovani come soggetti autonomi, le opere di questa nuova exhibition si concentrano sulla connessione.

Rineke Dijkstra,
Ponteland Highschool, Newcastle, UK, February 17, 2000, 2023. 
Archival inkjet print
Image: 16 1/2 x 13 in. (42 x 33 cm)
Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery. Copyright: Rineke Dijkstra.

“Nelle mie foto cerco anche un senso di calma e serenità. Mi piace quando tutto si riduce alla sua essenza. In un culmine. Un momento di verità. […] Per me è essenziale capire che tutti siamo soli. Non nel senso di solitudine, ma piuttosto nel senso d’impossibilità di capire completamente qualcun altro.”

– Rineke Dijkstra

Vediamo come protagonisti gruppi di persone immortalate in tutto il mondo, dalle spiagge della Polonia, degli Stati Uniti e dei Paesi Bassi, a varie località del Ghana, del Regno Unito e dell’Ucraina. In queste immagini Dijkstra solleva la questione di come il legame tra le persone diventi visibile e di come la fotografia possa essere attraversata da una sottile somiglianza nell’aspetto, nell’atteggiamento corporeo verso la macchina fotografica o dal gesto di tenersi casualmente per mano. Night Watching and Pictures from the Archive invitano lo spettatore a considerare i modi in cui gli esseri umani possono forgiare identità e potere attraverso il loro legame reciproco. L’eccezionale occhio per i dettagli e per i gesti unici di ogni individuo di questi ritratti, gettano una straordinaria luce sulla potenza dell’opera di Rineke Dijkstra.

Rineke Dijkstra
Coney Island, N.Y., USA, June 26, 1993, 2023
Archival inkjet print
Image: 53 1/2 x 42 1/2 in. (136 x 107.9 cm). Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery. Copyright: Rineke Dijkstra.

Per ulteriori informazioni mariangoodman.com

CINEMA

LONG LIVE KEVIN COSTNER

2024.05.27

Kevin Costner torna al cinema con Horizon, pensato e immaginato dal regista per la prima volta nel 1988. Presentato a Cannes, il film è un pellegrinaggio emotivo attraverso il lungo e complesso periodo di espansione e insediamento del West americano, prima e dopo la Guerra Civile.

EXHIBITION

MINERAL FUSION

2024.05.24

La mostra Superstones rappresenta un’audace esplorazione di Giovanni Raspini nel mondo della gioielleria contemporanea. Ogni creazione, dalle collane agli anelli, celebra la bellezza intrinseca e l’unicità dei minerali, esaltando il valore scientifico ed emozionale delle pietre.

PARTHENOPE

2024.05.23

Parthenope, in concorso al Festival di Cannes, racconta il sacro e l’intimo delle prime esperienze e dei primi amori – uno puro e luminoso, l’altro sordido e indicibile – nell’ultimo capolavoro di Paolo Sorrentino.

MIU MIU

MIU MIU TAKES CANNES

2024.05.22

In occasione della 77esima edizione del Festival di Cannes, il 21 maggio Miu Miu ha ospitato un pranzo e un’esperienza Summer Club insieme a Cara Delevingne presso l’Ecrin Plage, un’oasi nascosta nata a Cannes nel 2003.

NEWS

OPERE PRIME

2024.05.21

Negli spazi di Armani/Silos, Giorgio Armani promuove una selezione mirata dei titoli d’esordio di cinque giovani registi italiani capaci di offrire uno spaccato intenso ed espressivo della cinematografia contemporanea.