MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

Linguaggio cosmico

2023.04.14

TRANSMITTER / RECEIVER

 

Il progetto di Carsten Nicolai, presentato da Marsèll, crea un dialogo tra arte, scienza e moda, studiando l’universo inaccessibile e perfezionando i sensi per il caos, la luce e le particelle. 

Il lavoro del processo creativo consiste nel creare, inventare e scoprire cose che si collegano tra di loro: una vera e propria propensione interdisciplinare quella di Carsten Nicolai, che spinge l’arte a creare legami con materie provenienti da altri mondi, tra cui la matematica e la fisica. L’artista percepisce l’arte come un modo complesso di pensare, una modalità differente per esprimersi e una forma alternativa per rivelarsi, rimandando a numerosi ambiti e alla complessità della società contemporanea. L’evoluzione del progetto inizia da un concetto, ma si ramifica in diverse direzioni, dando la possibilità di esplorare un mondo dove arte e scienza coesistono e creano opere incredibilmente attuali. Nicolai si interroga riguardo l’ignoto: come può una scultura rendere visibile quello che non lo è, e mostrare le varie sfaccettature del percepibile? Le sue domande analizzano la capacità dei sensi di indagare dimensioni a noi inaccessibili, o non tangibili ai nostri occhi, intensificando la voglia di spingersi letteralmente oltre il possibile delle competenze umane. L’artista utilizza i suoi dubbi e i suoi quesiti per creare l’installazione Transmitter / Receiver, esposta da Marsèll come parte della presentazione della collezione Spring Summer 23 e in occasione della Milano Art Week. Il marchio è affascinato dal modo di Carsten di lavorare con l’inesplorato e di utilizzare la ricchezza estetica dell’universo come fonte d’ispirazione primaria. 

Carsten Nicolai, Transmitter / Receiver. Photo by Mattia Balsamini.

Può la poesia portare verso l’ignoto? Può una dimensione diversamente inaccessibile diventare tangibile ai nostri sensi? Come può una scultura rendere visibile quello che non lo è? 

Carsten Nicolai, Transmitter / Receiver. Photo by Mattia Balsamini.

La collezione esamina la luce e i colori delicati dell’orizzonte estivo, sentendo la necessità di intensificare il suo rapporto con l’arte per indagare in profondità le diverse percezioni dell’essere umano. L’installazione di Carsten Nicolai è una sorta di sismografo multi-sensoriale, che analizza le caratteristiche visive e materiali dell’universo. Fenomeni ottici come particelle, luci e colori diventano protagonisti dell’opera, così come il caso, indagato in ogni sua piccola sfaccettatura. La scultura è puramente scientifica, controllata da un contatore Geiger, uno strumento che rileva la radioattività. Registra la presenza di particelle radioattive terrestri ed extraterrestri, attraverso il rumore cosmico, e invia un impulso elettrico alla macchina. Nicolai non ha una formazione nel campo della scienza, si spinge ad andare oltre il superficiale, a cercare nuove modalità per accostare oggetti che solitamente non entrano in contatto tra di loro. L’installazione traduce le particelle in mondi sonori, luminosi e visivi, diventando parte dell’esperienza del pubblico, che comprende sempre più a fondo il significato del progetto e l’intensità della ricerca. L’opera sensibilizza le percezioni dell’osservatore, permettendogli di assistere alla creazione di schemi e suoni e di ascoltare un linguaggio specifico, astratto e cosmico. 

Carsten Nicolai, Transmitter / Receiver. Photo by Mattia Balsamini.

I codici del lavoro di Nicolai si intersecano con la palette della collezione estiva di Marsèll, ispirata alla bellezza e alla natura casuale della luce e come questa si rifletta sulla nostra terra. Il brand va oltre l’idea di marca, caratterizzandosi come progetto dedicato allo studio, all’esplorazione della forma e al supporto di artisti e creativi che sostengono le loro visioni per onorare la più ampia libertà d’espressione. Carsten Nicolai elabora il modo per rinnovare sempre la sua arte, il suo pensiero, per stimolare il suo lavoro sviluppando delle connessioni interdisciplinari. Transmitter / Receiver trova un punto d’incontro tra la moda e la scienza, permettendo all’osservatore di percepire con tutte le diverse sfere sensoriali i colori tenui e delicati della collezione SS23 di Marsèll. 

 

 

Per maggiori informazioni marsell.it.

Carsten Nicolai, Transmitter / Receiver. Photo by Mattia Balsamini.

CULTURE

HOW DIRECTORS DRESS

2024.06.20

How Directors Dress si avvale della filosofia dei vestiti per raccontare nuove ed entusiasmanti storie sui registi, le loro vite, i loro film e i tempi in cui sono stati realizzati.

RUNWAY

PRADA UTOPIA

2024.06.17

Miuccia Prada e Raf Simons presentano la collezione Prada Uomo Primavera/Estate 2025 all’interno del Deposito di Fondazione Prada, intrecciando dettagli surreali e riferimenti alla cultura rave per spingerci a mettere in discussione la contingenza delle percezioni.

PHOTOGRAPHY

OUTDOOR FURNITURE

2024.06.13

Outdoor Furniture è il nuovo libro pubblicato da Art Paper Editions dedicato alla pratica fotografica di Pippa Garner, che da cinquant’anni mette in discussione i limiti dei codici e dei linguaggi ritenuti socialmente accettabili.

NEWS

OCCUPARE LO SPAZIO

2024.06.11

Le opere di Donald Judd saranno in mostra da giugno a settembre in occasione di Art Basel: definite dall’interesse di Judd per i materiali e il colore, sottolineano le qualità intrinseche dei loro componenti e la relazione tra parte e insieme.

EXHIBITION

FIVE WAYS TO SEE

2024.06.10

Attraverso linee chiare e colori solidi, La nuova serie di dipinti di Emily Ludwig Shaffer offre una riflessione su come le donne occupino spazi concreti e simbolici.