MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

disruptive
inspiration

2023.04.17

La collezione Tressage di Cartier Libre supera ogni confine con la realizzazione di pezzi che esplorano il volume, la materia e il colore dei gioielli, trovando un punto d’incontro tra archivio e innovazione.

Cartier Libre si spinge oltre i confini creativi per sovvertirne le convenzioni e creare ogni anno una nuova collezione carica d’ispirazione, svelando gioielli caratterizzati da un estremismo sfrontato. Rielabora la forma, mette in discussione il design, sfidando tecniche e savoir-faire, raggiugnendo sempre il massimo dell’innovazione grazie alla forte curiosità del brand di indagare l’inesplorato. Dopo aver rivoluzionato le forme in orologeria, Cartier Libre si dedica alla ricerca nel mondo della gioielleria, dando vita a creazioni dalle forme essenziali, con linee eleganti, volumi importanti, e forti contrasti. La nuova collezione Tressage si concentra sugli elementi più emblematici della Maison, riunendo tre codici estetici che reinterpretano completamente la lavorazione orafa. Il punto di riferimento dei creativi del brand è Jeanne Toussaint, conosciuta come La Pantera, prima donna alla direzione creativa di Cartier. Jeanne invitava a vivere appieno la bellezza, con un gusto ineguagliabile e tanta passione, aveva voglia di scoprire, mostrandosi sempre decisa e libera: condivideva così tanto con la Maison francese che la pantera stessa è ancora oggi il simbolo indiscusso di Cartier. Le forme e le diverse combinazioni di materiali studiate da Toussaint sono riproposte nella nuova collezione, trasformando il terreno già precedentemente esplorato come punto di partenza per spingersi verso innovazione e fantasia. 

Una nuova dimensione che inaugura una visione trasversale ed esplora con lo stesso slancio tutte le possibilità.

Il primo modello della collezione Tressage esplora il volume dei gioielli: un anello e un bracciale abbinati sono composti da una moltitudine di sferette d’oro in grado di sembrare una materia uniforme. La sfera, forma emblematica della Maison a cui aveva già ampiamente lavorato anche Jeanne Toussaint, si rinnova creando l’illusione di una catena continua che si arrotola su se stessa per dare vita a diverse dimensioni ed a un gioco di tattilità sulla pelle. Il secondo modello sfida i limiti della struttura, facendo sembrare morbidi materiali duri come la pietra, avvolta da lacci preziosi. Il marchio lavora in particolare con l’oro giallo, che aumenta la luminosità, la metaquarzite, una pietra nera opaca, e l’ossidiana, che rivela un’iridescenza particolare. Un lungo nastro di platino ornato da diamanti si srotola attorno ai tre diversi materiali cercando di contenere la materia che, grazie alla sua lavorazione, sembra volersi liberare dai vincoli oltrepassando tutti i limiti. Il terzo modello si concentra sul colore, mostrando la grande capacità della Maison nella lavorazione del corallo, che a causa della sua friabilità, una piccola imprecisione potrebbe rendere vane ore di lavoro. Jeanne Toussaint era molto affascinata dalla palette cromatica, che al giorno d’oggi viene abbinata all’oro e ai diamanti per creare una treccia, che in realtà è un suggestivo trompe-l’oeil, che abbraccia il polso o cinge il dito. Attraverso le tre diverse combinazioni Cartier rielabora aspetti già presenti nell’archivio del brand, mostrando la sua innata contemporaneità e la sua irrefrenabile voglia di spingersi sempre fino al limite del possibile. 

Cartier Libre Tressage.

Una libertà creativa senza esitazioni cresciuta nel tempo fino a diventare un tratto essenziale dello stile della Maison. Un’impronta potente, segno indelebile della collezione. 

L’ultimo pezzo della collezione è un gioiello che fonda il carattere rock con l’estetica elegante dell’haute couture. Cartier vuole sfidare se stesso per crescere, con l’obiettivo di essere sempre un passo avanti: la mantella è preziosa, trasformandosi in parure fluida e setosa che, partendo dal collier, si adagia sul resto del corpo. Dal gioiello prendono vita contemporaneamente un indumento profilato da nappe e un accessorio dall’ispirazione cabaret, per uno spirito raffinato e senza compromessi, libero di esprimersi senza alcun vincolo. La creazione si sviluppa attraverso lo studio di immagini e di ricerche iconografiche che mano a mano si sono trasformate in un dialogo in cui i diversi savoir-faire si completano a vicenda. La maglia composta da piccolissimi anelli d’oro assemblati a mano si progetta come un abito, ma il risultato è un materiale leggero, morbido, che una volta indossato abbraccia il corpo come una seconda pelle. Cartier unisce rigore ed audacia, tensione e libera espressione di sé: la collezione Tressage è uno slancio gioielliero che dà vita a una creazione ibrida, riflesso della maestria degli artigiani e della loro propensione a superare ogni confine. 

 

 

Per maggiori informazioni cartier.com.

Cartier Libre tressage.
Cartier Libre tressage.

PHOTOGRAPHY

OUTDOOR FURNITURE

2024.06.13

Outdoor Furniture è il nuovo libro pubblicato da Art Paper Editions dedicato alla pratica fotografica di Pippa Garner, che da cinquant’anni mette in discussione i limiti dei codici e dei linguaggi ritenuti socialmente accettabili.

OCCUPARE LO SPAZIO

2024.06.11

Le opere di Donald Judd saranno in mostra da giugno a settembre in occasione di Art Basel: definite dall’interesse di Judd per i materiali e il colore, sottolineano le qualità intrinseche dei loro componenti e la relazione tra parte e insieme.

EXHIBITION

FIVE WAYS TO SEE

2024.06.10

Attraverso linee chiare e colori solidi, La nuova serie di dipinti di Emily Ludwig Shaffer offre una riflessione su come le donne occupino spazi concreti e simbolici.

ART

Anne Imhof On non-infinity

2024.06.07

Wish You Were Gay, la nuova mostra dedicata al lavoro di Anne Imhof presso la Kunsthaus Bregenz, esplora il senso di non-infinito, realtà e artificio, caso e destino, nonché assenza e presenza.

COLLECTION

INTO THE WILD

2024.06.06

Il savoir-faire di Loro Piana traspare con evidenza nella nuova collezione Into the Wild. Tessuti tecnici accostati a sete e cashmere pregiati sono sapientemente lavorati per essere in grado di resistere agli elementi.