MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

THE SQUARE

2023.05.25

Text by Lucrezia Sgualdino 

Bottega Veneta celebra la cultura brasiliana attraverso il lavoro di Lina Bo Bardi 

 

Un progetto che esalta il talento e la dedizione interagendo con il mondo intero, le popolazioni e le culture che lo occupano. Sarà la Casa de Vidro a São Paolo in Brasile ad ospitare il nuovo evento artistico.

Bottega Veneta inaugura la nuova tappa del progetto The Square, che ha preso vita lo scorso anno con due programmi differenti, il primo a Dubai e il secondo a Tokyo. La maison sviluppa sotto la direzione creativa di Matthieu Blazy una serie di incontri e istallazioni che accolgono artisti e ospiti in eventi completamente immersivi. Gli ambienti scelti stimolano e ispirano la creatività e il dialogo e promuovono il ruolo indiscusso del brand come rappresentazione di valori e attenzioni a tecniche artigiane, creatività originale ed espressione libera. Il 24 maggio è presentato il programma artistico ospitato presso Casa de Vidro, Glass House, primo progetto architettonico dell’architetta Lina Bo Bardi, e sua residenza fino alla morte. 

CASA DE VIDRO, SÃO PAOLO, LINA BO BARDI.

“Con The Square São Paolo, riconosciamo come le idee e l’estetica di Lina risuonino ancora oggi, ricordandoci sempre il potere trasformativo del design e della cultura.”

– Matthieu Blazy

The Square São Paolo celebra il decimo anniversario della presenza di Bottega Veneta in Brasile, e la residenza è scelta proprio perché rappresenta un luogo storico e punto di riferimento del modernismo brasiliano. Il programma prevederà 11 giorni di intensi scambi culturali, di riflessioni e ricerca sull’interazione della Bo Bardi con la cultura e la creatività brasiliana in ogni forma. L’evento, curato da Mari Stockler, roterà intorno a quattro linee tematiche connesse al tempo, alla geometria, alla spiritualità, agli aspetti controculturali del paese ospitante e alle radici del genere musicale della Bossa Nova. I diversi aspetti trattati vengono ripresi anche in maniera reale dall’allestimento dell’evento, che prevede diverse strade percorribili tra gli spazi interni e quelli esterni della residenza. Lo stesso evento è sviluppato come un dialogo, tra artisti differenti, tra idee moderne e contemporanee. Quello che emerge dallo studio del lavoro di Lina Bo Bardi è la sua grande attenzione al potenziale sociale del design e dell’architettura, una scrupolosa scrittrice e pensatrice che è riuscita a sviluppare lungo tutta la sua vita grandi progetti pionieristici. Casa de Vidro, oltre ad essere la sua residenza dal 1951 fino al 1992, è sempre stata un luogo d’incontro per forti personalità, tra cui architetti e intellettuali, e diventerà anche per quest’occasione una calamita per artisti e opere d’arte provenienti da tutto il mondo. 

CASA DE VIDRO, SÃO PAOLO, LINA BO BARDI.

Casa de Vidro è uno dei miei luoghi preferiti. È una vera ispirazione incontrarsi qui con artisti di diverse generazioni e discipline per celebrare l’eredità di Lina Bo Bardi e la ricchezza della cultura brasiliana.”

– Matthieu Blazy

Come spiega la curatrice Mari Stockler, grazie al suo approccio artistico unico Lina ha sfidato norme tradizionali e ha sviluppato idee che hanno attraversato il tempo cronologico come delle frecce sferrate con potenza. Oggi la sua visione continua ad essere una prospettiva essenziale dell’identità di un paese, raccontata mediante il suo pensiero rivoluzionario. Il progetto provoca la concezione di tempo, contrapponendo oggetti di Lina a opere di artisti contemporanei e da tutto ciò ne deriva uno scambio reale e stimolante tra passato, presente e futuri possibili.

 

 

The Square São Paolo inaugura il 24 maggio, e sarà aperto al pubblico dal 27 maggio al 3 giugno 2023.

CASA DE VIDRO, SÃO PAOLO, LINA BO BARDI.

PHOTOGRAPHY

FRAGILE BEAUTY

2024.05.20

Il Victoria&Albert Museum di Londra presenta più di 300 stampe rare appartenenti a 140 fotografi di fama mondiale. Una grande esposizione fotografica che narra la storia del XX e XXI secolo grazie alla collezione privata di Sir Elton John e David Furnish.

JUST READ ART

2024.05.17

Il Guggenheim Museum di New York presenta Jenny Holzer: Light Line, un’interpretazione rivisitata dell’installazione storica dell’artista del 1989, considerata un capolavoro dell’arte testuale.

FASHION

Letter to the Future

2024.05.16

Elementi come la decostruzione, l’asimmetria e l’androginia sono testimoni dell’influenza straordinaria di Yohji Yamamoto nella moda contemporanea. La nuova mostra negli spazi di 10 Corso Como presenta un percorso di corrispondenze tra le riflessioni del designer sul senso del futuro e una selezione di capi di archivio volti al superamento della dimensione cronologica.

TALK

UNVEILING Fotinì Peluso

2024.05.13

Il mare diventa veicolo per spostarsi ma anche di incontri tra persone, di raggiungimenti di mete e di partenze. Fotinì Peluso, classe 1999, diventa protagonista nel ritmo incalzante della Cruise di Chanel per l’Estate 2024, concepita e realizzata sotto al cielo plumbeo della costa francese.

CULTURE

STEVE MCQUEEN: BASS

2024.05.10

La nuova mostra di Steve McQueen al Dia:Beacon di New York utilizza solo gli elementi strutturali più basilari del cinema per offrire un’esperienza che parla sia del passato che di nuovi modi di essere: la luce e il suono.