MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

AVEDON 100

2023.05.02

Cento anni di affascinante spontaneità, di innata perfezione e di elegante rivoluzione: Avedon 100 è una storia in bianco e nero composta da scatti iconici, immagini uniche e fotografie inedite. 

Rivoluzionario, contemporaneo e anticonformista: lo stile di Richard Avedon ha trasformato la fotografia di moda, invitando le sue modelle a giocare con i movimenti e le pose spontanee. A cent’anni dalla sua nascita, 150 artisti, designer, musicisti, scrittori e curatori sono invitati da Gagosian a selezionare uno scatto particolarmente significativo per la loro esperienza con il fotografo. Avedon 100 vuole condividere con il pubblico la sua spettacolare carriera, mostrando allo stesso tempo una serie di lavori nel quale si riconoscono alcune figure tra le più famose a livello mondiale, tra cui Naomi Campbell, Elton John, Spike Lee, Sally Mann, Kate Moss, Chloë Sevigny, Christy Turlington, and Jonas Wood. L’osservatore si abbandona davanti alle fotografie e si lascia trasportare dalla bellezza del bianco e nero, dall’eleganza naturale delle sue muse e dalle emozioni che si provano di fronte alle sue opere. La mostra permette al pubblico di entrare in contatto con i vari periodi della sua vita, presentando Richard Avedon come il fotografo che ha lasciato un segno nel mondo della moda, così come in quello sociale, utilizzando i suoi scatti per prendere parte a lotte per la giustizia. 

Sandra Bennett, twelve year old, Rocky Ford, Colorado, August 23, 1980.

Avedon 100 celebra l’influenza duratura di Avedon sulla fotografia e rende evidente la sua profonda impronta sulla cultura visiva mondiale. 

Nato a New York, il 15 maggio 1923, Avedon si spinge oltre il confine del linguaggio fotografico, esplorando uno spazio ancora sconosciuto, che arricchisce con il suo stile inconfondibile e il suo innato senso di eleganza e ricercatezza. Le sue immagini raggiungono la perfezione ed esprimono intensità e leggerezza al tempo stesso, confermando lo status del mezzo come vera e propria forma d’arte contemporanea. L’attenzione al chiaroscuro e lo studio delle linee si snodano attraverso immagini dal carattere spontaneo, abbandonando le classiche e rigide pose per abbracciare il lato più naturale delle modelle: Avedon cattura movimenti liberatori, esprimendo la naturalezza del soggetto e mantenendo intatta l’eleganza dei gesti e il fascino dello sguardo autentico. Le modelle non posano, prendono vita e sembrano danzare davanti all’obiettivo. L’exhibition mostra la grande trasformazione che ha subito il concetto stesso di fotografia attraverso scatti iconici e rari, tra cui le sue singolari stampe murali, oltre a immagini uniche mai esposte pubblicamente prima d’ora. Un percorso in bianco e nero alla scoperta dell’enorme e affascinante diversità dei soggetti di Avedon: ritratti che non sono solamente il semplice frutto dell’osservazione, ma si spingono a rappresentare atti creativi in cui la personalità del fotografo riesce a cogliere le molteplici sfaccettature del soggetto raffigurato. Lo sfondo pulito, senza alcun elemento di disturbo, rende il protagonista della foto isolato dal resto, facendo emergere la sua anima e il suo carattere che contribuiscono alla realizzazione di un ritratto psicologico. Avedon 100 indaga questa apparente semplicità dei suoi scatti attraverso le emozioni di chi posa riflesse nella persona che osserva, che comprende il punto di vista innovativo, teatrale e trasgressivo di Avedon.

 

 

Per maggiori informazioni gagosian.com.

Ronald Fischer, beekeeper, Davis, California, May 9, 1981.

Avedon 100 mostra come l’artista abbia dissolto le linee di confine tra i generi fotografici e abbia consolidato lo status di forma d’arte contemporanea del mezzo fotografico.

China Machado, suit by Ben Zuckerman, hair by Kenneth, New York, November 6, 1958.
Student Non-Violent Coordinating Committee, headed by Julian Bond, Atlanta, Georgia, March 23, 1963.
Lew Alcindor, basketball player, 61st Street and Amsterdam Avenue, New York, May 2, 1963.

PHOTOGRAPHY

FRAGILE BEAUTY

2024.05.20

Il Victoria&Albert Museum di Londra presenta più di 300 stampe rare appartenenti a 140 fotografi di fama mondiale. Una grande esposizione fotografica che narra la storia del XX e XXI secolo grazie alla collezione privata di Sir Elton John e David Furnish.

JUST READ ART

2024.05.17

Il Guggenheim Museum di New York presenta Jenny Holzer: Light Line, un’interpretazione rivisitata dell’installazione storica dell’artista del 1989, considerata un capolavoro dell’arte testuale.

FASHION

Letter to the Future

2024.05.16

Elementi come la decostruzione, l’asimmetria e l’androginia sono testimoni dell’influenza straordinaria di Yohji Yamamoto nella moda contemporanea. La nuova mostra negli spazi di 10 Corso Como presenta un percorso di corrispondenze tra le riflessioni del designer sul senso del futuro e una selezione di capi di archivio volti al superamento della dimensione cronologica.

TALK

UNVEILING Fotinì Peluso

2024.05.13

Il mare diventa veicolo per spostarsi ma anche di incontri tra persone, di raggiungimenti di mete e di partenze. Fotinì Peluso, classe 1999, diventa protagonista nel ritmo incalzante della Cruise di Chanel per l’Estate 2024, concepita e realizzata sotto al cielo plumbeo della costa francese.

CULTURE

STEVE MCQUEEN: BASS

2024.05.10

La nuova mostra di Steve McQueen al Dia:Beacon di New York utilizza solo gli elementi strutturali più basilari del cinema per offrire un’esperienza che parla sia del passato che di nuovi modi di essere: la luce e il suono.