MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

Oltre i confini della realtà

2022.10.03

TEXT BY GUIA ORTOLANI

Raffinare, moderare, pensare al futuro. Tra fisico e digitale, reale e surreale, attraverso una tensione costante e un rigore estremo.

Un’esplorazione del falso in natura, in diretto riferimento all’ultimo show di Anderson. Un’attenzione particolare alla linea, al colore, alla forma.  Al centro dell’allestimento c’è un gigantesco fiore di Anthurium, che viene riadattato ad abito nel corso della sfilata: un prodotto della natura che sembra essere elemento di design, e viene usato come tale. Il direttore creativo si spinge nuovamente oltre i confini, attraverso una sperimentazione dinamica tra le forme, riducendo, stringendo e ridisegnando la silhouette. I mini-abiti sono molto corti: stile miniatura, in metallo smaltato e verniciato con fiori, o in maglia compatta e attorcigliata. L’attrice Taylor Russell (protagonista dell’acclamato “Bones and all” di Luca Guadagnino) apre la sfilata indossando un abito di velluto nero senza spalline, che richiama la silhouette del periodo barocco passando per la robe de style degli anni venti. C’è poi un altro quartetto di abiti particolari, la cui parte anteriore è fasciata e sospesa da punte triangolari di filo metallico che arrivano ad altezza volto. Anche le giacche di pelle e da caccia sono di dimensioni ridotte, quasi da sembrare delle miniature.

La normalità di magliette, camicie e chino viene distorta, imbottita, allungata e riproporzionata. Il concetto di drappeggio viene cristallizzato al suo apice. Maxi camicie e abiti in pelle sono il simbolo del know-how del marchio. La luce gioca con diverse texture: viene assorbita dal velluto e dal cotone cerato, e riflessa dallo smalto e dalla pelle. Di tanto in tanto, emergono alcuni dettagli pixelati, definiti da Anderson come “… strana illusione che rompe improvvisamente lo schema”. Tacchi a spillo, ballerine, “décolleté di gomma”, décolleté con tacco a palloncino sgonfio. Le borse hanno una forma precisa studiata ad hoc; la Puffer Goya continua il suo gioco di volumi, mentre la nuova Paseo ha una silhouette allungata e affusolata. I bracciali d’argento intrecciati aggiungono un tocco di raffinatezza ad  una collezione che non è altro che una dichiarazione di stile, accentuata dall’atto creativo di contenere le forme.

“Stiamo cadendo nello schermo? Stiamo diventando i nostri telefoni? Ha forse a che fare con la posizione in cui ci troviamo nella società?”.

– J.W. Anderson

Visionary Volumes

2024.05.24

La nuova Cruise 25 di Louis Vuitton combina look neutri e abiti sartoriali con accessori audaci come cappelli gaucho e occhiali a specchio. Tra le mura di Park Güell, le ispirazioni spagnole permeano la sfilata grazie ai tocchi teatrali che amplificano le silhouette.

EXHIBITION

MINERAL FUSION

2024.05.24

La mostra Superstones rappresenta un’audace esplorazione di Giovanni Raspini nel mondo della gioielleria contemporanea. Ogni creazione, dalle collane agli anelli, celebra la bellezza intrinseca e l’unicità dei minerali, esaltando il valore scientifico ed emozionale delle pietre.

PARTHENOPE

2024.05.23

Parthenope, in concorso al Festival di Cannes, racconta il sacro e l’intimo delle prime esperienze e dei primi amori – uno puro e luminoso, l’altro sordido e indicibile – nell’ultimo capolavoro di Paolo Sorrentino.

LIVE STREAMING

2024.05.23

Nicolas Ghesquière will present his Cruise 2025 Show live from Barcelona on Thursday, May 23rd at 8pm CEST.

MIU MIU

MIU MIU TAKES CANNES

2024.05.22

In occasione della 77esima edizione del Festival di Cannes, il 21 maggio Miu Miu ha ospitato un pranzo e un’esperienza Summer Club insieme a Cara Delevingne presso l’Ecrin Plage, un’oasi nascosta nata a Cannes nel 2003.