MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

L’ESALTAZIONE DELLA CO-CREAZIONE

2023.10.05

Text by Lucrezia Sgualdino

MONCLER X ADIDAS ORIGINALS

 

La collaborazione nata dal connubio dei due brand parla di una visione trasversale, che si espande dalla montagna alla città. I concetti di esplorazione e ispirazione dialogano in un racconto che ne esalta i valori. 

The Art of Explorer è la narrazione che si rivolge direttamente alle persone, agli esploratori, rendendoli protagonisti assoluti con le loro avventure e imprese. Il viaggio pensato è quello che parte dalle vette più alte, e si spinge fino alle aree urbane più popolate, la montagna è il cuore di Moncler, e la dimensione metropolitana è l’idea alla base della sperimentazione di adidas Originals. Quella che viene presentata è una selezione di capi moderni e innovativi, una proposta intrinseca di funzionalità e design. Il DNA dei due brand torna anche all’interno dello slogan pensato per la campagna “Where Originality Meets Extraordinary”. Il primo marchio ha fin da sempre affiancato la ricerca tecnologica allo stile, uno studio attento legato alle attività della montagna, mentre il know-how sportivo di adidas ha dato vita, nel 2001, al brand lifestyle denominato Originals, in grado di interpretare originalità e coraggio, sport e moda, comfort e innovazione. L’elemento cardine della collaborazione è proprio il concetto di scambio e intersezione tra le realtà che questi due brand rappresentano, mettendo in relazione il paesaggio naturale e quello urbano. 

La collezione, in vendita da oggi, è composta da piumini corti e lunghi, giacche e gilet imbottiti con abbinati shorts e calzature impermeabili. Guanti, calze e maschere da sci sono presentati in colori accesi, alternati ai capi in grigio e azzurro, bianco sporco e verde scuro. La tecnica della trapuntatura morbida ma ben definita appare su ogni elemento, insieme a jacquard e stampe di vario genere. Le scarpe sono rivisitate in chiave Moncler, la NMD in GORE-TEX con cuciture dall’effetto bubble, dettaglio che caratterizza anche la Campus. Anche negli aspetti più tecnici e pratici della realizzazione si fondono l’attenzione al design e alla funzionalità. L’evento The Art of Genius tenutosi a Londra durante la LFW di Febbraio, ha svelato la collaborazione per la prima volta e ha determinato la continua volontà di Moncler di lavorare al fianco di artisti provenienti da diversi ambiti, invitati per l’occasione a creare figure dall’aspetto umano che si rifacessero ai capi della collezione stessa. Tra questi Gary Card, scultore e set designer, che crea mondi onirici con il colore e l’umorismo, il pittore e illustratore Ibby Njoya che sperimenta nel modificare la realtà in nuove ambientazioni, la costumista Kate Tabor che lavora grazie ad una incredibile conoscenza dei materiali, la make-up artist Isamaya Ffrench che riconosce nel trucco una forma d’arte da indossare, l’hair stylist Shiori Takahashi, lo stylist Ai Kamoshita che pone la sua attenzione alle proporzioni e alla stratificazione, e la fotografa Hanna Moon, la cui pratica raggiunge la tradizione tanto quanto il contemporaneo. 

Il percorso creativo e di ricerca alla base del progetto, oltre a presentare l’esperienza fisica della collezione di capi, si riflette anche nella dimensione digitale della realtà aumentata. I prodotti sono svelati in esclusiva attraverso una galleria digitale che riprende il contesto metropolitano londinese in cui è stato inserito l’evento di febbraio. Nello specifico è stato creato un NFT del boot NMD Moncler x adidas Originals, disponibile su questa piattaforma e sull’app adidas Confirmed, trasportando la silhouette anche nel mondo digitale. Le immagini sono il centro del lavoro, l’esplosione più vera e reale dell’innovazione e della creatività, la principale definizione dell’originale che incontra lo straordinario. 

 

Scopri di più su moncler.com.

VERSACE JEANS COUTURE

METROPOLITAN NOCTURNES

2024.04.15

Traendo ispirazione dal suggestivo lavoro di Philip-Lorca DiCorcia, Metropolitan Nocturnes – la nuova campagna Versace Jeans Couture – racconta le vite intrecciate di quattro individui distinti. Ogni personaggio naviga l’interazione che nasce dall’energia di Miami e i propri paesaggi interiori.

COLLECTION

Exceptional Frenchness

2024.03.12

Hedi Slimane bilancia alla perfezione il raffinato con il casual. Le giacche da equitazione in tweed reinventano i codici Celine, mentre i trench romantici alleggeriscono gli spazi di Salle Pleyel.

SAINT LAURENT

GARBO MASCHILE

2024.03.06

Anthony Vaccarello rivisita i classici maschili con un tocco contemporaneo. I completi sono ampi, morbidi, staccati dal corpo, spesso in stoffe leggere e trasparenti, a volte impiegate a più strati. Il georgette e il satin di Saint Laurent sono avvolti da una palette cromatica ombrosa.

FASHION

Eternal Sunshine of the Spotless Mind

2024.03.06

Miu Miu esplora il nostro personale vocabolario vitale. Aprono la collezione una varietà di interpretazioni delle uniformi e degli abiti classici; sfilano chirurghi, assistenti, insegnanti, cameriere. La giovinezza dark di Miuccia Prada è incapsulata nelle proporzioni contratte e nei colori a contrasto. Un preludio futuristico introduce lo spettatore alle complessità della memoria umana.

COLLECTION

A DECADE-LONG ADVENTURE

2024.03.06

IT’S A BEAUTIFUL JOURNEY. I’M CONTINUING IT.

 

Una chiara retrospettiva nel lavoro di Nicolas Ghesquière per Louis Vuitton è la collezione andata in scena per l’Autunno-Inverno 2024-2025. Un decennio di moda che ricorda forti emozioni, riflessioni e sentimenti.