MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

ANCORA

2023.09.23

Text by Lucrezia Sgualdino

Il debutto della visione di Gucci di Sabato De Sarno regala un manifesto scritto da parole sincere, da cui emerge il carattere personale e la spontaneità reale del nuovo Direttore Creativo. 

La collezione Primavera/Estate 2024 di Gucci si apre tra elementi essenziali e una riflessione nostalgica di un passato concluso e superato. La reazione ad un mondo presente frenetico e in continua evoluzione si manifesta in abiti che sprigionano certezza, comprensibilità e che descrivono il quotidiano nella più chiara semplicità. Sembra non esserci più la volontà di raccontare una visione dissacrante di una moda apparentemente inarrivabile, ma quella invece di reinventare considerazioni pratiche del mondo reale. Come un discorso che continua, Ancora, decide di regalare una “storia a carte scoperte”, un’inno all’amore per la moda nella suo carattere essenziale. La volontà di una nuova costruzione della direzione stilistica di Gucci parte dalla pulizia, non vi sono contrasti, non vi è continuità, ma la necessità di mostrare “oggetti attraenti e da collezionare”, come un museo quotidiano e a cielo aperto, che è la vita. Le linee e la sensualità rimandano a quella parentesi della Maison italiana in cui era Tom Ford a guidare la direzione creativa, un carattere ’60-by-way-of-the-’90 che sembra raccontare una nuova forma d’arte precisa, anche questa volta. 

“È una storia che nasce dalla gioia di vivere.”

– Sabato De Sarno

Il primo look è composto da un cappotto con risvolto a punta, realizzato in lana grezza di carbone e abbellito solo da un nastro in gros grain a righe dei caratteristici colori del brand applicato all’interno del taglio posteriore; una semplice canotta bianca con girocollo profondo e dei pantaloni sartoriali neri con cintura dalla fibbia GG. Le silhouette sono mini e moderne, i look super-leggy. Piccoli pantaloncini, gonne mini e dritte in pelle verniciata o a trapezio con spacco vertiginoso, mini abiti in raso duchesse impreziositi da grigie metalliche di cristalli, slip dress con rifiniture di pizzo. La canotta bianca è un must, pezzo essenziale per antonomasia ma reso chic dagli abbinamenti di colori ed elementi scelti. Soprabiti dalle linee colorate, reggiseni di cristallo che dialogano con una Jackie abbinata, abiti con la riconoscibile tela GG, e frange di cristallo ad abbellire le uscite. Gli accessori sono impattanti, le scarpe con zeppe e platform sono presentate in varianti colore e tessuto diverse, alternandosi a minimaliste décolleté colorate e basse slingback con fibbie. 

“Ho iniziato dal guardaroba, perché sentivo l’urgenza di mettere insieme i pezzi che mi piacciono e che non trovo.”

– Sabato De Sarno

L’accessorio attorno al quale ruota tutta la narrazione è la Jackie, elemento classico e intramontabile della storia di Gucci, sfida ogni collezione riuscendo ad assorbire le tendenze che evolvono di stagione in stagione. Fin dalla sua prima apparizione, la creazione di questa borsa è risultata geniale, con un manico gentile, creato in un tutt’uno con il resto del corpo in pelle, e la forma hobo diventata inconfondibile, e celebre ovunque. La borsa stessa presenta poi confidenze diverse, così come il suono onomatopeico del suo nome, in primis il cuoio rigido con impunture quasi impercettibili, poi la fibbia dorata, fredda e dura al tatto, che l’ha resa popolare. Qui la dimensione, la qualità, il tessuto e il colore vengono stravolti. Per l’occasione De Sarno impiega una pelle più morbida di quella solita, aggiunge un nastro in gros grain al cinturino, ne aggiorna la chiusura, applica una cerniera interna con un piccolo ciondolo, e presenta una nuova tonalità di fodera, il suo rosso Gucci. 

“È la storia di tutti, ancora, un tutto che stavolta si manifesta attraverso la gioia.”

– Sabato De Sarno

Come ogni inizio, le idee rimangono aperte. Questa volta, in maniera particolare, la parola Ancora enfatizza il concetto di legare la nuova direzione alle sensazioni di continuità ed evoluzione. I tagli e le proporzioni sono ben definiti, le forme sono ripetute, e si ritrovano in una storia di ricchezza e desiderio. Di spontaneità ed euforia. È un racconto che abbraccia tutti, senza distinzioni, persone dal fascino irriverente o provocatorio, famiglie, personaggi di fantasia o tratti dalla vita reale. La sua moda non è proibita a nessuno, ma anzi libera e dinamica, inclusiva e coinvolgente. Le aspettative per Sabato De Sarno tornano ad essere grandiose, come prima del debutto tanto atteso. “È una storia fatta di film, della mia amata Italia, di intellettuali e di viaggi in giro per il mondo, ma è anche sentirsi a casa ovunque si vada.”

Visionary Volumes

2024.05.24

La nuova Cruise 25 di Louis Vuitton combina look neutri e abiti sartoriali con accessori audaci come cappelli gaucho e occhiali a specchio. Tra le mura di Park Güell, le ispirazioni spagnole permeano la sfilata grazie ai tocchi teatrali che amplificano le silhouette.

LIVE STREAMING

2024.05.23

Nicolas Ghesquière will present his Cruise 2025 Show live from Barcelona on Thursday, May 23rd at 8pm CEST.

FASHION

ANOTHER PIECE
OF ME

2024.05.14

Nella nuova Gucci Cruise 25 artigianato e moda diventano strumenti di unione. Collane di perle finissime sposano le creepers dei nightclub di Soho e King’s Cross, travalicano la cultura e creano un vocabolario umano condiviso.

COLLECTION

ARMANI MARE

2024.05.09

La nuova collezione Armani Mare trasporta la linea estiva in alcune delle più rinomate località balneari del mondo; un’esperienza immersiva nelle atmosfere estive attraverso i colori turchesi e i tessuti in lino firmati Giorgio Armani.

NEWS

ESTETICA E SIGNIFICATO

2024.05.09

La scintilla creativa della capsule tra Oratio e Piero Piazzi nasce dai principi più radicati del Made in Italy. Immaginata secondo una qualità maniacale e con il culto del saper fare, è stata presentata negli spazi di Via Santo Spirito 22, a Milano, per celebrare la sottile arte del saper vestire.