MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

GUCCI ANCORA NOTTE

2023.11.06

Text by Lucrezia Sgualdino

Gucci presenta a Los Angeles la prima collezione evening wear disegnata da Sabato De Sarno, in occasione del LACMA Art+ Film Gala 2023. Un’attitude ancorata alla realtà, completa di gioia e forte senso di umanità. 

Il Los Angeles Country Museum of Art (LACMA) fa da cornice alla fantastica ricerca espressiva che sta alla base del lavoro del nuovo direttore creativo di Gucci, Sabato De Sarno. Il connubio artistico che Gucci ha deciso di portare avanti con la nuova identità stilistica, torna ancora una volta a sorprendere, e lo fa in occasione dell’annuale appuntamento supportato dal brand del LACMA Art+ Film Gala. Così come l’ultima boutique inaugurata in New Bond Street a Londra, che riflette le origini dello spazio come galleria d’arte grazie ad un’attenta e speciale curatela di opere, anche la prima collezione dedicata all’abbigliamento da sera, è circondata dall’ispirazione artistica, conferita dall’omaggio dell’evento all’artista Judy Baca e al regista David Fincher, e dalla presenza di volti noti al mondo dell’arte, a quello del cinema e al fashion system. 

Ancora Notte continua ad arricchire la nuova visione della Maison con un elogio alla vita dopo il tramonto. La collezione racchiude in sé la stessa attitudine: è ancorata alla realtà ed è fatta di gioia.

Gucci Ancora Notte porta avanti la nuova visione di De Sarno, raccontando anche un punto di vista notturno della vita dopo il calare del sole, arricchendo la proposta contemporanea presentata lo scorso settembre a Milano con dodici abiti da sera. L’attitude realizzata è riconoscibile, riflette la realtà nella sua anima più autentica, racconta di una gioia sincera, di un’euforia creativa quasi ingenua. Gli elementi essenziali emergono anche qui da uno studio sull’archivio del brand, trasformato in una riflessione a tratti nostalgica di estetiche e tendenza degli anni passati che vengono rielaborate in chiave moderna e contemporanea. I ricami preziosi provengono da una selezione di borse miniere degli anni Cinquanta, i micro short visti in passerella danno nuova vita a lunghi abiti scivolati in crepe fluida che rendono omaggio agli anni Novanta. Le proposte affrontano anche una riflessione tra il daywear e l’eveningwear, quanto un abito possa essere interpretato per l’una o per l’altra occasione: sono le scelte di accessori e dettagli a fare la differenza, la decisione di come indossarlo. I confini tra questi due mondi, così come nell’alternanza fisica di giorno e notte, si mescolano e si sfumano, e proprio come il giorno lascia il posto alla notte, tutti si sentono liberi di esprimere loro stessi attraverso le scelte degli abiti. 

Ad indossare la collezione un cast d’eccezione, tra le supermodelle Vittoria Ceretti, Mariacarla Boscono, Kirsty Hume e Abbey Lee e le new faces viste sulla passerella di Gucci Ancora e scelte dal brand per rappresentare una moda inclusiva e coinvolgente, spontanea ed euforica. 

Samara Weaving.
Stella Maxwell.
Jessica Chastain and Peter Sarsgaard.
Soo Joo Park.
Jodie Turner-Smith.
Billie Eilish.
Salma Hayek and François-Henri Pinault.
Emma Chamberlain.

COLLECTION

Exceptional Frenchness

2024.03.12

Hedi Slimane bilancia alla perfezione il raffinato con il casual. Le giacche da equitazione in tweed reinventano i codici Celine, mentre i trench romantici alleggeriscono gli spazi di Salle Pleyel.

SAINT LAURENT

GARBO MASCHILE

2024.03.06

Anthony Vaccarello rivisita i classici maschili con un tocco contemporaneo. I completi sono ampi, morbidi, staccati dal corpo, spesso in stoffe leggere e trasparenti, a volte impiegate a più strati. Il georgette e il satin di Saint Laurent sono avvolti da una palette cromatica ombrosa.

FASHION

Eternal Sunshine of the Spotless Mind

2024.03.06

Miu Miu esplora il nostro personale vocabolario vitale. Aprono la collezione una varietà di interpretazioni delle uniformi e degli abiti classici; sfilano chirurghi, assistenti, insegnanti, cameriere. La giovinezza dark di Miuccia Prada è incapsulata nelle proporzioni contratte e nei colori a contrasto. Un preludio futuristico introduce lo spettatore alle complessità della memoria umana.

COLLECTION

A DECADE-LONG ADVENTURE

2024.03.06

IT’S A BEAUTIFUL JOURNEY. I’M CONTINUING IT.

 

Una chiara retrospettiva nel lavoro di Nicolas Ghesquière per Louis Vuitton è la collezione andata in scena per l’Autunno-Inverno 2024-2025. Un decennio di moda che ricorda forti emozioni, riflessioni e sentimenti. 

FASHION

BACK TO DEAUVILLE

2024.03.05

I colori della FW24 Chanel celebrano i cieli della Normandia, mentre i completi maschili donano equilibrio a un tipo di sofisticazione spiccatamente francese, eterea ma radicata.