MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

Language of Freedom

2023.11.27

Text by Chiara Belardi

La mostra alla Galerie Dior omaggia e ripercorre le collaborazioni con tutte le figure che simboleggiano l’impegno della Maison nei confronti di una visione femminile e plurale. La potenza della sorellanza cara a Maria Grazia Chiuri crea in mostra un’odissea che ne sottolinea l’inventiva.

Luogo d’arte e di memoria, La Galerie Dior si trova nel cuore di Parigi al numero 30 di Avenue Montaigne. Highlighting Women’s Art ripercorre lo straordinario viaggio da Christian Dior a Maria Grazia Chiuri, attraverso i pezzi d’archivio che catturano l’essenza dello stile della Maison. La Galleria incarna sia lo spirito dell’alta moda parigina sia l’aura di piena consapevolezza del perpetuo approccio contemporaneo. La Galerie Dior ospita una mostra senza precedenti che presenta le collaborazioni della Maison con tutte le artiste donne incontrate negli anni. Questa nuova narrazione scenografica mette in luce i legami fondanti tra il brand e le creazioni in tutte le sue forme, prima ancora di abbozzare i suoi disegni, infatti, Monsieur Dior aveva una passione incondizionata per l’arte, la musica, la letteratura e la pittura. E così, questo filo conduttore fatto di amicizie sincere e di conversazioni affascinanti è portato in scena  come uno scambio intellettuale ricco di riferimenti e valori, insiti ancora oggi nella pratica di Maria Grazia Chiuri. 

La mostra indaga l’haute couture parigina continuando a tramandare la memoria di questo luogo ricco di storia, dove oggi sono esposti abiti, schizzi originali, documenti d’archivio, accessori ed eccezionali creazioni, molte delle quali possono essere ammirate per la prima volta al mondo.

Queste sacre connessioni vengono ora celebrate alla Galerie Dior, attraverso gli universi singolari di diverse personalità femminili emblematiche, la maggior parte delle quali indagate negli anni della direttrice creativa tutt’ora presente. Opere di Lillian Bassman, Elina Chauvet, Judy Chicago, Maya Goded, Constance Guisset, Katerina Jebb, Eva Jospin, Brigitte Lacombe, Claude Lalanne, Sarah Moon, Brigitte Niedermair, Shourouk Rhaiem, Niki de Saint Phalle e Yuriko Takagi si succedono sala dopo sala, offrendo un percorso poetico che fornisce una lettura eccezionale della storia della Maison, e insieme, dell’arte femminista. Le reinterpretazioni della Lady Dior firmate dalle creatrici delle otto edizioni di Dior Lady Art sono svelate nella Chambre aux merveilles, come in un cabinet of curiosities rivisitato. Da quando fece il suo debutto al braccio di Lady Diana, la borsa è diventata una vera e propria leggenda. 

La Lady Dior diviene ogni anno una tela bianca che si trasforma in una straordinaria opera d’arte unendo l’heritage del brand a una visione moderna e contemporanea.

La sua infinita eleganza racchiude l’essenza stessa dello stile del brand, continuando a brillare stagione dopo stagione, tra modernità ed eccellenza. Dior attraverso i suoi progetti artistici, incontra tutte le culture del mondo, dall’Egitto agli Stati Uniti, dal Qatar alla Cina. Ogni dettaglio è spesso un tributo all’unicità della maestria dell’artigianato e allo stesso tempo la rivisitazione moderna di elementi antichi. Questo viaggio affascinante tra creazioni di massimo pregio e oggetti sopravvissuti al passato, ricalca l’impegno profondo e la volontà di costruire qualcosa di duraturo e reale do Dior. Soprattutto da parte della Chiuri, impegnata in una vera storia al femminile, sempre agganciata nei significati nascosti tra arte e moda e tra abito e corpo. Highlighting Women’s Art è un’occasione per ripercorrere l’inventiva di una Maison fatta da molteplici universi.

Joana Vasconcelos Dior Lady Art © Adrien Dirand.

Per maggiori informazioni galeriedior.com

POWER IS OUTSPOKEN

2024.02.28

Un elegante senso di potere pervade l’ultima sfilata Saint Laurent. C’è una dualità che unisce eleganza e provocazione, una convergenza carnale tra abito e corpo. Rivisitando i codici di Yves, bluse, camicie, gonne ultra-aderenti e abiti in seta culminano in un potentissimo immaginario estetico.

Libertà creativa

2024.02.28

Una collezione che ripensa al concetto di moda come manifestazione di potere e piena rappresentazione di creatività, che indaga eredità storica e futuro della femminilità. I look della collezione FW24 di Dior trasmettono la forza radiante di una femminilità pluralistica, autonoma e versatile, riattivando quel momento chiave di libertà creativa di cui Miss Dior è l’emblema.

FALL/WINTER 24

IMPALPABILI VISIONI

2024.02.26

Armani opta una palette di tonalità gioiello e un’inedita enfasi sul nero. L’attenzione ai dettagli ricamati sposa un’eleganza semplice, mentre un messaggio di poesia e speranza passa attraverso i contorni dei fiori d’inverno.

Jil Sander

Linee semplici, massimo impatto

2024.02.25

La collezione FW24 di Jil Sander abbonda di silhouette arrotondate e linee morbide, ma con carattere. L’equilibrio tra forma e comfort riempie i cappotti avvolgenti e i dettagli sartoriali: ogni capo riflette una ricerca costante di sofisticazione senza sforzo.

COLLECTION

SPIRIT

2024.02.25

La collezione FW24 di Maximilian Davis è un’interpretazione degli anni ’20 attraverso una lente moderna, particolarmente ispiratrice, ha offerto una nuova prospettiva sull’eleganza e la ribellione di quell’epoca.