MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

BRITISH OUTDOORS

2023.09.19

Text by Lucrezia Sgualdino

Un racconto classico trattato con irriverenza dall’ispirazione creativa di Daniel Lee, la collezione Summer 24 di Burberry racconta tutti gli elementi della tradizione del brand attraverso una lente fresca e moderna. 

L’elemento del quotidiano si sprigiona all’interno del défilé presentato in occasione della London Fashion Week. È la seconda collezione in cui vediamo il lavoro del direttore creativo Daniel Lee che questa volta sceglie un’atmosfera rilassata e reale per raccontare la sua visione attraverso i dettagli di una portabilità essenziale. Sono infatti la chiarezza e la pulizia a caratterizzare le scelte stilistiche presentate in chiave irriverente, ma ben radicata nella tradizione di un marchio che ha caratterizzato e continua a caratterizzare la storia del British wear. Gli abiti sono moderni, chic e semplici, ma allo stesso tempo ricchi di una ricerca volta a ridefinire un’attitude forte, che permane in tutta collezione. I codici portati in scena dal designer, e che caratterizzano il suo riconoscibile estro creativo, sono una rivisitazione intelligente e pervasiva della storia di un grande brand, una visione sobria e sofisticata di quello che l’heritage lascia emergere. 

“Mi sono messo in un’ottica di non esagerare con il trench. Per mantenerlo prezioso e bello, e non concettualizzare l’elemento. L’idea di pulizia e nitidezza.”

– Daniel Lee

Le proposte caratterizzano un nuovo guardaroba essenziale, pensato per l’outdoor britannico. L’elemento chiave attorno al quale si sviluppa tutta la direzione creativa è il capo d’abbigliamento inglese per eccellenza, e l’elemento distintivo dello stesso brand: il trench. Il primo look ne rivede un’audace reinterpretazione, in colore nero, con colletto alzato e cintura portata bassa sul fianco, la silhouette appare subito più fresca e rilassata rispetto al mondo classico a cui ognuno è abituato ad associare questo elemento. Le linee di tutte le uscite sono snelle ma forti, ben strutturate grazie a dettagli asimmetrici e spalle squadrate, i look sono puliti e minimali, anche i bottoni nascosti contribuiscono all’idea di eliminare tutto ciò che è superfluo, e ambire all’essenziale. Le stampe e i pattern richiamano ancora una volta il patrimonio della maison, il check a quadri viene riproposto in dimensioni diverse su fodere a vista, camicie, pantaloni e gonne; in contrasto appaiono stampe floreali e richiami al mondo dell’ippica con ganci e catene in diversi colori e lavorazioni. 

Il lavoro svolto sul colore è il secondo vero protagonista della stagione, con l’ormai riconoscibile e caratteristico blu brillante, detto anche Knight Blue, si vanno a creare contrasti e abbinamenti visionari, vi sono indiscutibilmente tonalità di beige e grigi, ma anche tanto verde e rosso. Le proposte sono uniche, e virano da ispirazioni più sartoriali ad aspetti femminili e sensuali. Gli accessori sono incredibilmente chic, le borse si trasformano per il giorno e la sera, da oversize con grandi tracolle e fibbie metalliche diventano piccole pochette gioiello impreziosite da dettagli luccicanti e catene argentate. Insieme sfilano scarpe divertenti, per forme e colori, vi sono mocassini con tacco, infradito in pelle lucida e sandali con nastri che avvolgono le caviglie. La scarpa dialoga in tutta la collezione con la vivacità di colori presentata, e sdrammatizza in maniera sapiente il glam goth scelto per il make up: base naturale e rossetto scuro, della stessa nuance di verde che avvolge la scena. 

“Perché si tratta sicuramente di riprendere i codici del guardaroba, sovvertirli e renderli più londinesi.”

– Daniel Lee

L’intera collezione appare quindi come un punto di vista ben più radicato, frutto di uno studio e una ricerca precisa e attenta; l’apparente facilità nasce dal fascino universale e comprensibilmente reale che il designer Daniel Lee ha deciso di raccontare. Ogni aspetto è deciso per avvicinarsi al quotidiano, al guardaroba di una donna sincera, semplice ma anche unica. L’ispirazione quindi unisce in maniera impeccabile mondi apparentemente diversi, il punk e la strada, l’ordinario e lo straordinario, l’alto e il basso, l’elegante e l’urbano. Il tutto pensato per essere raccontato all’interno di una cornice che rappresenta il Regno Unito: Kennington Park diventa protagonista ospitando una grande tenda con stampa a quadri sul tono del verde riproposto anche in passerella. Lee regala una collezione per lo spettatore, che passeggia per le vie del parco con fierezza e modernità indossando un trench con colletto alzato e lasciando intravedere il check della fodera interna. 

“Ho pensato che fosse bene portare le persone in luoghi che non necessariamente frequentano, al di fuori di quelli turistici più ovvi. Perché Londra, in realtà, è fatta di quartieri.”

– Daniel Lee

MFW

Rome meets London in FENDI

2024.02.22

La nonchalance londinese incontra la libertà romana nella collezione FW 24 FENDI, dove l’utilità diventa una dichiarazione di intenti. Abiti moderni e confortevoli si ispirano alla cultura british per una ricerca teatrale visiva e tessile.

REFINED

2024.02.19

THE BEST OF THE SEASON

 

Gli accessori che accompagnano la stagione Primavera Estate 2024 sono scattati nei loro dettagli raffinati e sofisticati da Louis De Roffignac.

THE SEASON SS24

UPLIFTED

2024.02.19

Nora photographed by Valentin Hennequin and styled by Asier Rodriguez is wearing the best of the season.

CHANEL

Ethereal

2024.02.19

La Musa Alix Bouthors attraverso lo sguardo di Iñigo Awewave interpreta la Collezione CHANEL SS24, un’ode alla libertà e al movimento.

SPRING SUMMER 24

UP AHEAD

2024.02.19

Vikky photographed by Jackie Kursel and styled by John Colver is wearing the best accessories the season.