MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

We Are Not Going Back

2024.02.27

Il nuovo singolo pubblicato da Wolfgang Tillmans è accompagnato da un video diretto dallo stesso artista, utilizzando filmati di 80 anni fa del nonno Karl R. Tillmans, girati a New York nel 1939 e nella Germania occidentale nel 1949.

Incentrata sui diritti LGBTQ+ e guidata dal desiderio di esplorare e di esporre, l’ultima canzone di Tillmans trova una sfida colma di speranza di fronte a un futuro incerto e minaccioso. Si può sentire la sua voce vacillare leggermente mentre ammonisce l’ascoltatore (e forse anche se stesso) a “tenere duro, essere forte, essere forte”. Il suo canto delicato di questo semplice verso mostra la sua riluttanza a dispensare istruzioni assolute. Il titolo della canzone – che l’autore ripete per tutto il contagioso ritornello, insieme alla frase “no turning back the clocks” – diventa non tanto una dichiarazione di fatto quanto una dichiarazione di resistenza, una chiamata a gran voce in un momento in cui tanti orologi vengono riportati indietro.

“Ho realizzato questa canzone aggrappandomi a uno spirito di speranza in tempi allarmanti, quando in molti Paesi del mondo i diritti civili, i diritti delle donne e i diritti LGBTQ+ vengono messi in discussione e sempre più spesso annullati. Alcuni dipingono un quadro roseo del passato dimenticando che molte persone semplicemente non erano libere e le disuguaglianze erano dilaganti. Quando ho pensato a queste visioni del passato, mi è venuto in mente il ritornello “no turning back the clocks”, pensando in modo solidale: “Non possiamo assolutamente voler tornare a quei tempi, per quanto possiamo sentirci nostalgici di alcune parti di essi”.

– Wolfgang Tillmans

BIENNALE

THE NAUMACHIA BALL

2024.04.22

Sabato 20 aprile si è svolto il Naumachia Ball di Dior a Venezia, un terzo capitolo che segue il grande successo del Ballo del Tiepolo a Palazzo Labia del 2019 e del Ballo dell’Opera al Gran Teatro La Fenice del 2022.

VENICE

JE EST UN AUTRE

2024.04.22

L’Espace Louis Vuitton Venezia ha annunciato l’apertura di una nuova mostra Je Est Un Autre dell’artista francese Ernest Pignon-Ernest, evento collaterale della sessantesima Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia.

DESIGN

A RADICAL THINKER

2024.04.19

La mostra Nice to See You, allestita tra gli spazi della Biblioteca Ambrosiana, è una dei più grandi omaggi alla vita e alla carriera di Gaetano Pesce. A essere esposti sono oggetti dal doppio significato, quello dell’utile e quello del far pensare.

BIENNALE

MATERIALE E IMMATERIALE

2024.04.19

Monte di Pietà, la nuova mostra di Fondazione Prada a Venezia, esplora il concetto di debito come radice della società umana e veicolo primario attraverso cui vengono esercitati il potere politico e quello culturale.

MDW

MORBIDE GEOMETRIE

2024.04.19

Poliform entra in scena attraverso una proposta completa del concetto di spazio, sempre più elegante e ricercato. Jean-Marie Massaud, Emmanuel Gallina e, per la prima volta, Stefano Belingardi Clusoni firmano le principali novità di prodotto.