MANIFESTO

#63

CHANGE OF SPACE

THE WORLD’S
SCARIEST MOVIE

2023.03.20

Stanley Kubrick’s The Shining è il volume pubblicato da Taschen che esplora il mondo ideato dal regista e racconta il lungo percorso per la realizzazione mostrando fotografie, documenti e scene mai viste prima. 

All’età di 38 anni Stanley Kubrick afferma di voler produrre il film più spaventoso del mondo, mettendo da parte la paura che ha caratterizzato la sua infanzia e il periodo adolescenziale: a causa del lavoro del padre come medico, il regista cresce portandosi appresso l’angoscia delle malattie, scatenando dentro di lui l’ansia della realtà e della fantasia. Ha vissuto da vicino la paura, ma nonostante ciò, sembra sempre più convinto di realizzare una storia così terrificante “che avrebbe fatto scappare tutti dalla sala del cinema al momento della visione”. Nel 1980 termina la sua impresa, The Shining, che subito entra nella storia della cinematografia trasformando completamente il genere horror.

Stanley Kubrick’s The Shining è la nuova raccolta pubblicata da Taschen in edizione limitata dedicata interamente alla realizzazione del film, mostrando centinaia di immagini mai viste prime, interviste a collaboratori e racconti di persone vicine al regista. Stanley Kubrick in ogni sua produzione scopre una nuova parte di se stesso, senza mai ripetersi, spingendosi sempre al limite dell’innovazione e del possibile. La capacità nel creare un horror così spaventoso è stata quella di apprendere le tecniche di un qualsiasi film di paura e renderle sue, sconvolgendo con le sue stesse mani tutte quelle caratteristiche che il pubblico è solito vedere sullo schermo. La notte è il momento più ambito per lo svolgimento della maggior parte dei film noir, abituando l’osservatore ad ambienti scuri, a personaggi che spariscono nel buio, ad ombre allungate e ad un ritmo accelerato degli eventi. The Shining è la prima pellicola horror realizzata alla luce del giorno, provando che un grande regista può utilizzare anche la luminosità per spaventare il suo pubblico; al contrario di come si pensa è un film languido, basato sull’arte delle pause, dell’attesa e del silenzio, permettendo alle scene di trattenersi su determinati particolari che forzano l’osservatore ad andare avanti con la visione, trasportandolo all’interno di una narrazione che appare come reale. 

Stanley Kubrick's The Shining
Lee Unkrich, J. W. Rinzler Box with 2 volumes and an ephemera set including facsimile reproductions and original artwork booklets,
36.5 x 42.4 cm, 19.9 kg (43.8 lb), 2198 pages € 1,500
taschen.com

“Lee Unkrich e J. W. Rinzler hanno aperto una nuova finestra su uno dei film più spaventosi mai realizzati, documentando l’enorme sforzo, l’attenzione e l’abilità che hanno portato alla sua creazione.”

– Steven Spielberg

A deleted shot of Wendy Torrance taking Polaroids of Danny in the center of the hedge maze.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of the Stanley Kubrick Archive.
The Burns twins—in wardrobe— outside the Hedge Maze set.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of Jim and Ann Lloyd.
Stanley Kubrick films Shelley Duvall and Danny Lloyd.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of Jim and Ann Lloyd.
Stanley Kubrick's The Shining
Lee Unkrich, J. W. Rinzler Box with 2 volumes and an ephemera set including facsimile reproductions and original artwork booklets,
36.5 x 42.4 cm, 19.9 kg (43.8 lb), 2198 pages € 1,500
taschen.com
Shelley Duvall and Jack Nicholson photographed by Kubrick.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of the Stanley Kubrick Archive.

La collezione consiste in tre parti: la prima, The Making Of, racconta nel dettaglio com’è nato il progetto: inizia dall’idea, attraversa la produzione e si conclude con l’uscita del film. La sezione mostra anche documenti inediti, tra cui lettere o appunti, fotografie del backstage o di scene mai pubblicate prima. The Scrapbook è un’antologia illustrata con scatti provenienti dall’archivio di Stanley Kubrick e alcune collezioni personali del cast e della troupe raccolti in un volume di grandi dimensioni ispirato direttamente all’oggetto della scena originale. La terza parte, chiamata Ephemera Box, consiste in una scatola di carta per la macchina da scrivere uguale a quella nel film contenente riproduzioni in facsimile e libretti di illustrazioni originali. Il volume rende giustizia a tutti i dettagli che Kubrick aveva pensato e programmato, attraverso i quali il lettore si sente parte del mondo ideato dal regista negli anni Ottanta, scoprendo tutti i particolari che sfuggono con la sola visione del film. Steven Spielberg infatti, scrivendo la prefazione della prima sezione, consiglia al pubblico di leggere attentamente ogni parte del libro, di osservare le immagini e le fotografie, e nell’instante stesso in cui si posa bisogna guardare nuovamente The Shining: “Non importa se l’hai già visto 50 volte, non lo guarderai più nello stesso modo. Tutto cambierà”. Il regista si paragona a Napoleone, evidenziando il modo in cui quest’ultimo si occupava personalmente della complessa aritmetica degli orari necessari per la coordinazione sul campo da battaglia; compara l’aspetto logistico dell’imperatore a quello della cinematografia, affermando ai lettori che solo così si può ottenere ciò che si vuole quando si vuole. Quell’attenzione ai dettagli che caratterizza la sua estetica dà vita a un volume di migliaia di pagine che mostra la sua capacità e la sua bravura, il duro sforzo e la determinazione che l’hanno portato a realizzare davvero il film più spaventoso al mondo, come lui stesso desiderava. 

 

 

Per maggiori informazioni taschen.com.

A deleted shot of Danny Torrance.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of the Stanley Kubrick Archive.
Shelley Duvall relaxing.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22)
Courtesy of the Stanley Kubrick Archive.
Kubrick’s lipstick handwriting on a test door.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of Greg MacGillivray.
A deleted shot of Jack Torrance.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of the Stanley Kubrick Archive.
The Torrance family driving to the Overlook in a Volkswagen Beetle.
TM & © WARNER BROS. ENTERTAINMENT INC. (s22) Courtesy of Greg MacGillivray.
Stanley Kubrick's The Shining Lee Unkrich, J. W. Rinzler Box with 2 volumes and an ephemera set including facsimile reproductions and original artwork booklets, 36.5 x 42.4 cm, 19.9 kg (43.8 lb), 2198 pages € 1,500 taschen.com
WOMEN!

2024.04.12

WOMEN, Pirate Edition! 女性  è la versione fanzine del volume originale dedicato al lavoro di Nadia Lee Cohen, fotografa di paesaggi onirici, saturi e surreali che catturano i piaceri e i terrori viscerali dell’ambiente urbano.

Preservation

2024.04.11

Preservation è la nuova exhibition curata da Paige Silveira e Paul Hameleine, curator e modello francese. La mostra collettiva include i lavori di artisti conosciuti e talenti emergenti, come Alyssa Kazew, Gaspar Willmann, Ladji Diaby, Ron Baker e Wolfgang Laubersheimer.

CULTURE

FASHION EYE

2024.04.09

Nel nuovo Fashion Eye: United Kingdom a cura di Louis Vuitton, Martin Parr cattura i quattro angoli della Gran Bretagna a partire dal 1998 a oggi. Attraverso immagini esclusive, il progetto gioca sopra un inaspettato accostamento tra il festival di Glastonbury e l’incoronazione di Re Carlo.

NEWS

AN INVITATION TO DREAM

2024.04.08

Dal 15 al 21 aprile le stampe litografiche in bianco e nero di Jack Davison trasformeranno gli spazi di Milano Centrale in un dialogo interattivo, capace di durare anche dopo la partenza dei suoi spettatori.

PHOTOGRAPHY

Eight Seconds.
Black Rodeo Culture

2024.04.05

Il nuovo libro fotografico di Ivan McClellan è un glorioso tributo alla cultura contemporanea dei Black Rodeo in America, e racconta la storia di una comunità che attraverso lo sport e l’amore per la propria terra getta un ponte tra passato, presente e futuro.